Salvatore D'Amico

Nell'isola di Salina, arcipelago delle Eolie, Salvatore D'Amico ha ripreso e valorizzato una delle più antiche colture isolane: il cappero, eccellenza riconosciuta come Presidio Slow Food per la tutela della biodiversità.
D'Amico, dal 1976, studia le tecniche di produzione del cappero di Salina, confrontando i vecchi manoscritti dei suoi avi con le tecniche più moderne. La profonda conoscenza ed il rispetto per il territorio ha portato al ripristino dei secolari muri a secco, lungo i quali le piante di capperi crescono spontanee e rigogliose.
Una mirabile sinergia fra uomo, natura ed agricoltura tradizionale, in un panorama unico al mondo.

2 Prodotti/o

per pagina

2 Prodotti/o

per pagina

In questo sito si fa uso di cookie che raccolgono informazioni sull'uso del sito da parte dei visitatori e ci consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione all'utente. Scopri di più.